Home / INTROVABILI  / Mobili Shabby chic: Come fare, Consigli e Fai da te

Mobili Shabby chic: Come fare, Consigli e Fai da te

L'essenza della casa romantica sono i mobili shabby chic e, come scriveva l'ideatrice di questo stile, Rachel Aswell, nel suo libro "shabby Chic" nel 1996: Il comfort, la bellezza dell’imperfezione, il fascino degli oggetti rovinati dal tempo

mobili shabby chic

L’essenza della casa romantica sono i mobili shabby chic e, come scriveva l’ideatrice di questo stile, Rachel Aswell, nel suo libro “shabby Chic” nel 1996:

Il comfort, la bellezza dell’imperfezione, il fascino degli oggetti rovinati dal tempo e il piacere del vivere semplice e pratico: questi sono i fondamenti di ciò che oggi conosciamo come  lo stile Shabby Chic.

Come scegliere i mobili shabby chic

Quando si comprano i mobili si va a delineare lo stile che si vuole dare alla propria abitazione. Lo shabby chic è uno stile che si è fatto strada soprattutto negli ultimi anni valorizzando l’usato, dando nuova vita alle venature e ai segni che il tempo ha lasciato su ogni singola anta e/o piano d’appoggio.

Per la camera da letto shabby chic, ad esempio, un must è la struttura del letto in ferro battuto, materiale fortemente utilizzato nel passato.

Da questa riscoperta ha preso il via una vera e propria mania per lo shabby tant’è che, oggi, tante importanti aziende costruttrici di mobili presentano una propria linea interamente dedicata allo shabby chic come l’arredamento proposto da maison du monde.

Un mobile per essere identificato come shabby deve:

  • essere in legno, ferro battuto, pietra
  • essere di un colore tenue e opaco
  • mai laccato
  • non avere un colore uniforme

Restaurare un mobile in stile fai da te

Obiettivo di un restauro ben riuscito in stile shabby è il rendere visibile sui mobili lo scorrere del tempo e, così, via libera a vernici scrostate e colore naturale del legno con un effetto “vedo non vedo”. Ci sono, poi, una serie di decorazioni shabby chic tra cui scegliere per creare il proprio stile romantico.

Invecchiare un mobile con la tecnica del decapè

Per creare l‘effetto invecchiamento/usura con la tecnica del decapè sarà necessario:

  • carteggiare con carta fine, se parliamo di legno non trattato, o utilizzando carta grossa se il mobile presenta vecchie vernici da rimuovere
  • stuccare per rendere omogenea la base
  • carteggiare nuovamente
  • stendere il primer per coprire eventuali fori
  • strofinare una candela in prossimità degli spigoli e di tutte le parti in cui si vuole avere un effetto rovinato
  • stendere il colore acrilico prescelto
  • una volta asciutto il colore procedere nuovamente al carteggio nelle zone su cui si è strofinata la candela
  • infine si passa il fissativo ( a base di cera per gli interni, il flatting per esterni)

Consigli per arredare con questi mobili

Ogni stanza ha i suoi mobili ideali e più congeniali ma, nello stile shabby chic esistono una varietà di mobili che possono essere facilmente adattabili a più ambienti diversi.

Le credenze e le mensole

Le credenze, ad esempio, sono perfettamente adattabili alla cucina, al bagno, al soggiorno e, perché no anche al corridoio. Basta combinarle, tra loro, oppure affiancarle a cassettiere per avere risultati sempre diversi e personalizzabili. Eccone alcuni esempi:

Rebecca Srl Cassettiera credenza: pratico e funzionale con particolari a forma di cuore. Prezzo €69,90

Mobile credenza armadio: 2 ante centrali e 2 cassetti richiudibili. Prezzo €282,90

Si potrebbe, ad esempio, creare in una cucina shabby chic, un angolo tutto dedicato alle porcellane sfruttando una credenza e una combinazione di mensole come queste:

mensola composizione angel: 100% made in Italy, legno colorazione shabby chic. Prezzo € 116,00

I mobili shabby chic sono facilmente componibili e non seguono un ordine ben preciso nella scelta del posizionamento proprio perché hanno vincoli ben precisi di materiali e colori e, amando la patina del vissuto ogni mobile sarà unico e raro.

Ricerche correlate:

POST TAGS:
Review overview
})(jQuery)